multistrada 1100

Multi_Caffe.jpg

E cosi’ e’ stata presentata la nuova Ducati Multistrada 1100.

Nessuna modifica estetica, ma un bel due valvole portato a 1100cc, con una decina di cavalli e un buon kgm di coppia (dati dichiarati) in piu’. Considerando che tutti sono concordi nel ritenere il 1000cc Dual Spark il migliore due valvole mai fatto da Ducati e uno dei migliori motori stradali tout-court (prova ne sia il fatto che viene montato su moto raffinatissime come le Bimota Delirio e DB5), questo nuovo 1100 sembra davvero essere interessante e io sono certo curioso di provarlo.

Ma cambiare la mia fida “numero 20” per una di queste nuove 1100 ? Naaa. Per vari motivi:

  1. la mia ha la frizione a secco, le nuove ce l’hanno in bagno d’olio. E frizione a secco vuol dire rievocare le Ducati sportive che vanno in pista e che fanno quel caratteristico rumoraccio; il mio vecchio Monster 900 aveva la frizione a secco, la Multi ce l’ha, se la mia moto e’ Ducati la voglio con la frizione a secco ! Sarebbe come comprare una Ducati con un 4 cilindri.
  2. non ci ho speso molto ma qualche cosina di speciale ce l’ha la mia: impianto di scarico ottimizzato (*cough* no-kat *cough*), filtro dell’aria, manubrio personalizzato, pedane consumate; prossimamente anche le sospensioni verranno aggiornate, e una Ducati e’ qualcosa che ti cuci addosso con gli anni e che non perde di valore — almeno agli occhi di un appassionato; basti pensare che ogni volta che vedo una vecchia Supersport, di quelle col faro quadrato, magari in versione Superlight, mi giro a guardarle come non faccio se invece passa l’ultima ipersportiva jap. Insomma il motore Ducati due valvole non ha mai voluto imporsi sul puro piano prestazionale, quello che lo rende cosi’ speciale e’ il fatto che sembra cucito su misura per le piu’ belle strade al mondo, e cioe’ quelle che attraversano i nostri Appennini. E dieci cavalli in piu’ o meno non mi cambieranno la vita sulle mie strade di montagna (per le referenze, chiedere ai vari jap su ipersport 600 e 1000 che mangiano la polvere dei ‘vecchi’ bicilindrici Ducati o BMW).
  3. Se proprio devo cambiarla mi prendo la Hypermotard o la Monster S4R (interessante questa, senza la S la paghi 2500 euro in meno…), o ancora KTM Superduke o MV Brutale, non vado a spendere migliaia di euro per una moto con soli 10 cv in piu’… almeno 30 in piu’ ne voglio !

Apprezzo molto il fatto che alla Ducati abbiano lasciato immutata la linea; che tutti gli altri marchi prendano esempio, questo e’ il modo per costruire un rapporto di fiducia col ‘fabbricante di moto’; se oggi ti compri una supersport 600 Honda stai sicuro che da qui a due anni sara’ vecchia e fuori mercato. Invece puoi ancora comprarti una Monster del ’95 ed avere una moto attuale e ‘alla moda’ (per chi si preoccupa di queste cose… io, essendomi preso la brutta Multistrada, mi tiro fuori dalla competizione per la moto da bar sport).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in motoring e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.