spanglish – minireview

C’e’ una messicana bona dal cuore d’oro e con figlia a carico che si trasferisce a Los Angeles.
Va a lavorare come sguattera nella villa di questi superamericani con la famiglia cosi’ composta:

  • moglie (bionda) schizzata e puttana dalla lacrima facile;
  • suocera mbriacona dalla lacrima facile;
  • figlia sovrappeso e sensibile dalla lacrima facile;
  • marito cuoco da 5 stelle dal cuore d’oro e (c’e’ bisogno di dirlo ?) dalla lacrima facile.

La messicana impara l’inglese.
Sua figlia vuole fare l’americana.
La moglie schizzata si vuole appropriare della vita della figlia della messicana.
Lui s’innamora di lei (della messicana); ovvio, essendo entrambi dal cuore d’oro sono fatti l’uno per l’altro.
Finisce che i due riescono finalmente a trovarsi una notte insieme ma invece di trombare come ricci che fanno ? Parlano per tutta la notte. E poi lei scappa prima che sia troppo tardi. Mah.
Finale edificante con la figlia della messicana orgogliosa della sua messicanita’.

Molte battute sono divertenti e Adam Sandler e’ parecchio bravo, ma mi aspettavo di piu’ dopo aver letto la recensione su rogerebert.com.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in movies e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.